/

25/09/2023

Il miglioramento continuo applicato nei processi aziendali

Copertina BLOG copia 1

 

Il Continuous Improvement, anche definito come “Kaizen”, consiste in una ricerca senza fine del miglioramento.

Applicare questa metodologia Lean significa cercare di ottimizzare ogni processo all’interno della propria azienda, concentrandosi sulla valorizzazione delle attività che generano il massimo valore per il cliente e rimuovendo il maggior numero possibile di sprechi.

Per implementare tale mentalità, è necessario avere una chiara comprensione di ciò che è esattamente il miglioramento continuo, quali principi è necessario seguire e le pratiche da adottare.

In questo articolo verranno presentati alcuni casi aziendali in cui sarà possibile osservare come avviene il miglioramento all’interno di un’azienda e come può essere applicato.

arrow bouncing off small blocks scaled

Progetto “Continuous improvement BPR Group”

Al giorno d’oggi sempre più aziende applicano il Lean Thinking, per essere più efficienti e competitive. Una parte significativa di questo percorso consiste nell’introduzione del miglioramento continuo.

Ma quali possono essere le difficoltà riscontrate dalle aziende in questo cammino?

Nonostante numerose realtà credano in tale “modalità di pensiero”, accade spesso che non riescano a dedicare tempo ai possibili miglioramenti, a causa delle numerose operatività aziendali e ai problemi quotidiani.

Proprio per superare questo ostacolo, BPR Group offre una figura che si prende in carico non solo le fasi preliminari di analisi dello stato attuale e la proposta di miglioramento, ma anche la fase di implementazione a garanzia del raggiungimento dei risultati.

La nostra azienda ha affrontato con successo le sfide legate all’implementazione del Lean Thinking, con un focus particolare sulla cultura del miglioramento continuo.

I principali obiettivi che il team di BPR Group si pone sono:

  • Creare un gruppo di lavoro aziendale motivato al cambiamento
  • Rispondere al miglioramento in tempo reale garantendo motivazione e coinvolgimento
  • Identificare e ridurre i principali sprechi nei processi aziendali
  • Implementare gli strumenti Lean per ottimizzare i processi (VSM, 5S, SMED, Visual Management, Poka Yoke, Daily Meeting…)
  • Introdurre le azioni di miglioramento
  • Condividere le soluzioni vincenti con il team di lavoro
Quali sono i vantaggi di questo progetto?
  • Le persone seguono un percorso di sviluppo individuale;
  • La motivazione subisce un importante incremento;
  • Nuove sfide e cambiamenti vengono accettati in maniera attiva e propositiva;
  • La produttività subisce un incremento significativo e i costi vengono ridotti.
goals bpr e1695654458130

Come viene impostato il progetto di miglioramento continuo da BPR Group?

La modalità del Progetto di miglioramento che offriamo rispecchia quello che è il ciclo di Deming (PDCA), ed è così strutturato:

PLAN (Pianificare)

  • Definizione del «Continuous Improvement TEAM»
  • Visita delle aree e definizione delle opportunità di miglioramento;
  • Definizione e condivisione delle priorità di intervento (prediligere azioni a costo zero);

DO (Esecuzione)

  • Analisi e condivisione con il team di lavoro dello Stato Attuale (AS IS);
  • Progettazione dello scenario futuro (TO BE);
  • Definizione degli step riguardanti interventi di miglioramento;

CHECK (Verifica)

  • Implementazione dei miglioramenti;
  • Formazione operativa delle persone nel rispetto del nuovo metodo/modalità operative
  • Valutazione dei risultati ottenuti in relazione agli obiettivi prefissati
  • Eventuale studio e realizzazione di attrezzature per la produzione

ACT (Attuazione e Standardizzazione)

  • Standardizzazione del processo con monitoraggio e supporto nella fase di Ramp Up a garanzia del raggiungimento dei saving prefissati;
  • Condivisione insieme ai team delle soluzioni vincenti per poterle estendere in altre aree (FOLLOW UP MENSILE).

Alla luce di quanto esposto, è fondamentale sottolineare il ruolo cruciale svolto dalla sinergia tra l’area consulenziale e l’area di tecnica di BPR Group. Questa simbiosi rappresenta il pilastro su cui si basa la capacità di rispondere in tempo reale alle esigenze dinamiche dell’azienda.

L’area consulenziale, con la sua profonda comprensione delle sfide aziendali e delle best practice del settore fornisce una prospettiva strategica preziosa. In questi termini, essa aiuta a identificare le aree critiche che richiedono miglioramenti, formulando soluzioni innovative. D’altra parte, l’area tecnica garantisce la “messa a terra” del progetto, trasformando le idee in azioni concrete e soluzioni operative.

Questo connubio tra competenze e approcci diversificati suscita coinvolgimento e motivazione all’interno del team, poiché garantisce il valore tangibile della collaborazione nel processo di miglioramento continuo. Il risultato si caratterizza per un circolo virtuoso, in cui l’azienda cresce in modo dinamico, affrontando con successo le sfide e capitalizzando le opportunità emergenti.

In sintesi, la sinergia tra l’area consulenziale e l’area di engineering di BPR Group è il catalizzatore di un approccio integrato e orientato all’azione, consentendo all’azienda di adattarsi in tempo reale alle mutevoli esigenze del mercato e di mantenere elevati livelli di coinvolgimento e motivazione tra i suoi collaboratori. Questa collaborazione continua a rappresentare un punto fermo nella nostra strategia di miglioramento continuo.

lavagna a pianta circolare disegnata scaled

Casi applicativi

Caso 1: installazione nuovi filtri per acqua di processo

  • CONTESTO: nelle postazioni di collaudo di alcune linee sono installati dei filtri per la corretta pulizia dell’acqua.
  • CRITICITÀ: questi filtri si sporcano frequentemente e l’operatore è costretto, una volta al giorno, a smontarli per portarli in una zona di lavaggio.
  • OBIETTIVO: ridurre le tempistiche e ricercare una soluzione che evita di pulire a mano
  • AZIONE CORRETTIVA: Installazione di filtri autopulenti che evitano di ricorrere alla rimozione e al lavaggio dei filtri nell’area con l’idropulitrice.
  • VANTAGGIO OTTENUTO: Riduzione delle ore dedicate alla pulizia da 253 a 25 ore all’anno.
  • PROSSIMI STEP: Estensione della tecnologia su tutte le stazioni di lavoro simili
Schermata 2023 09 25 alle 16.56.58

Caso 2: gestione travaso grasso

  • CONTESTO: su alcune stazioni di lavoro sono presenti delle macchine automatiche, che vengono alimentate con del grasso, dosato sul prodotto. Quando il barile del grasso si svuota, gli operatori devono sollevarlo e cambiarlo manualmente.
  • CRITICITA’: coinvolgimento di almeno due persone nel sollevamento della latta che genera scarsa ergonomia, difficoltà nell’apertura del coperchio e generazione di sporco.
  • OBIETTIVO: mettere in discussione l’attività di travaso del grasso e ricercare una soluzione.
  • AZIONE CORRETTIVA: semplificare l’apertura del coperchio tramite revisione del contenitore ed eliminazione di una persona grazie alla modifica della procedura, la quale non prevede più il sollevamento del barile.
Schermata 2023 09 25 alle 17.00.47

Caso 3: Ottimizzazione Saturazione Operatore (Abbinamento uomo-macchina)

  • CONTESTO e OBIETTIVO: Analisi della saturazione delle persone rispetto alle 2 macchine, cercando di capire come migliorare e, quindi abbassare, il tempo di produzione.
  • AZIONE CORRETTIVA: Analisi Tempi&Metodi in ottica Lean per verificare la saturazione della persona sulla macchina. Successivamente, si è cercato di capire come abbassare la saturazione con una valutazione di inserimento di un avvitatore autoalimentato
Schermata 2023 09 25 alle 17.02.51

Caso 4: Bilanciamento di una linea produttiva

  • CONTESTO: Analisi Tempi&Metodi per verificare il bilanciamento della linea produttiva, facendo emergere come alcune postazioni fossero troppo cariche o troppo scariche rispetto alla cadenza produttiva.
  • AZIONE CORRETTIVA: Ribilanciamento delle postazioni rispetto alla cadenza produttiva.
  • SAVING: 4500€
Schermata 2023 09 25 alle 17.05.28

Conclusioni

In un contesto in costante evoluzione, con tecnologie destinate a rivoluzionare la quotidianità delle aziende in un futuro non molto lontano, le società devono essere in grado di migliorare continuamente per restare competitive.

Per questo motivo, l’adozione di una di una strategia di Continuous Improvement in azienda è l’unica strada verso la riduzione dei costi logistici produttivi e l’ottimizzazione delle risorse a disposizione di ogni azienda. 

BPR Group, grazie al proprio team di esperti, è stata in grado di aiutare numerose aziende clienti in questa missione!

Vuoi scoprire di più sul miglioramento della produttività in azienda? Leggi il nostro articolo sul metodo Kaizen!